Voila un’idea originale per risparmiare energia nei supermercati e nei centri commerciali.

E per risparmiarla nelle aziende in genere, dove vengono date in affitto parti della struttura.

In numerosi miei post hai potuto leggere molte informazioni utili  per risparmiare energia, e quindi guadagnare, nella tua attività.

Qui ci concentriamo su un aspetto generalmente sottovalutato.

Molti supermercati e centri commerciali (e aziende in genere per altre categorie merceologiche) danno in affitto a terzi alcune parti della loro attività, per esempio i reparti salumi, pane, pesce, carne…

Dal momento che, generalmente, salvo avere predisposto contatori differenti (e di solito questo non accade), non è possibile conoscere quanta energia viene consumata da chi ha in concessione i banconi, nella stipula del canone d’affitto viene compresa una quota forfetaria di consumi.

Ma non sarebbe preferibile per il proprietario della struttura conoscere con precisione i consumi degli affittuari, e fatturare loro esattamente quanto consumano?

Certo che sarebbe preferibile. Soprattutto perché è difficile controllare/limitare i propri consumi, se non si pagano poi a consuntivo, ma si paga una quota fissa

E per far questo è necessario installare un sistema di monitoraggio (di cui abbiamo spesso parlato), che oltre al vantaggio principale di controllare i consumi, e quindi di capire dove andare a operare per risparmiare energia, ha quello di ottimizzare la manutenzione delle parti tecnologiche, quello di poter richiedere i certificati bianchi ecc.

Ma non è semplice installare un sistema di monitoraggio, dirai ora tu.

E’ vero. Si tratta di un progetto, per quanto piccolo, che va implementato con attenzione.

Il tutto può essere semplificato e ottimizzato al massimo, se decidi di attivare una partnership con una E.S.Co., di cui abbiamo spesso parlato.

In tal caso il sistema di monitoraggio, che la E.S.Co. installa senza spese, come primo step di un percorso che porterà a sempre più elevati livelli di risparmio energetico negli anni, offre anche il vantaggio – sempre a costo zero  – di conoscere i consumi precisi della struttura in modo estremamente granulare.

E questo può essere quindi, se si danno in gestione parti dell’azienda, un modo aggiuntivo per risparmiare energia nei supermercati.

Per inciso se sei interessato ad approfondire questo argomento, su www.efficientamentoenergetico.net trovi un inforeport dedicato al Energy Performance Contract, la forma contrattuale che regola la partnership con una E.S.Co., che se approfondita può portarti grossi vantaggi. E trovi altri inforeport con informazioni come quella contenuta in questo articolo. Informazioni tratte da anni di lavoro nel campo e preziose per risparmiare energia, e quindi guadagnare, nella tua attività.

Per concludere, se sei interessato, puoi vedere anche questo post con un ulteriore suggerimento per risparmiare altre migliaia di euro!

Oltre che scaricare il mio nuovo ebook con ulteriori consigli, sempre per risparmiare/guadagnare migliaia di euro ogni anno: http://www.luigiplos.it/5-banali-errori-che-rischi-di-fare-nei-progetti-di-risparmio-energetico/

Commenta da Facebook