imprenditori ed efficienza energetica

imprenditori ed efficienza energetica

Immaginiamo 2 supermercati con la stessa superficie, lo stesso fatturato e lo stesso utile (che sappiamo essere ben scarso dopo aver finito di pagare contributi e tasse).

Il proprietario del primo supermercato vorrebbe fare interventi di efficientamento energetico, perché sa che questo porterebbe risparmi e quindi guadagni, e valorizzerebbe la sua struttura. D’altra parte non ha il tempo mentale per pensarci; tanto più che non sono attività semplici. E poi corre sempre dietro alle urgenze. E per inciso non ha fra i consulenti (commercialista, manutentori…) qualcuno che gli ispiri fiducia sufficiente per approcciare questo tipo di progetti; né ha persone esperte in azienda che possano contribuire.

Anche il secondo proprietario vorrebbe fare interventi di efficientamento energetico; ed è anch’egli oberato di lavoro e di urgenze. Tuttavia quest’ultimo a un certo si ferma, e ragiona sul fatto che l’efficientamento energetico della propria azienda, se non è urgente come tante altre attività, è tuttavia troppo importante per continuare a rimandarlo. Così comincia a cercare materiale che lo possa aiutare nella realizzazione di progetti di efficienza energetica e redige un Business plan nel quale indica a grandi linee:

I progetti che può iniziare subito (fluorescenti -LED, cool roofing…)

I passi da compiere per farsi affiancare da un partner adatto

Come individuare il miglior modo per farsi finanziare 

La stipula di un vantaggioso contratto Energy Performance Contract  con una Energy Saving Company.

Sono passati circa circa 3 mesi, e il secondo imprenditore, dopo un’analisi del mercato, ha trovato il partner adatto in una Energy Saving Company. Ha completato con questa azienda la fase di test e di monitoraggio. E l’attività di efficientamento energetico parte ufficialmente.

Ti ricordi il primo imprenditore indeciso? Beh, quali sono i risultati dei due imprenditori:

Dopo 12 mesi

Il primo supermercato, che continua a rimandare interventi di efficientamento energetico, consuma sempre la stessa quantità di energia, e sborsa più o meno gli stessi soldi dell’anno precedente.

Il secondo supermercato ha risparmiato/guadagnato 3.600. Al netto della parte di risparmio retrocessa alla Energy Saving Company.

Dopo 24 mesi 

Il secondo supermercato ha risparmiato/guadagnato nel secondo anno 3.800 euro (sempre al netto della parte di risparmi spettanti al fornitore), che ha in parte utilizzato per fare, con la collaborazione della Energy Saving Company, altri interventi di efficientamento energetico quali il cool roofing. E ha poi iniziato poi un’operazione di aggiornamento tecnologico sui motori dei frigoriferi.

(Da qui in poi, essendo il secondo supermercato nostro cliente da 2 anni, indichiamo le cifre uscite dalle simulazioni tratte dal Business Plan.  E quello che segue è molto probabile che si realizzerà, anche perché le cifre indicate sono sottostimate).

Dopo 5 anni

Il primo supermercato continua a pagare le bollette, che nel frattempo sono anche aumentate; e in più si sono aggiunti problemi di manutenzione sulle parti tecnologiche che riguardano l’energia.

Il trend dei primi 2 anni ci dice che il secondo supermercato, dopo 5 anni, avrà risparmiato/guadagnato circa 18.000 euro, che tendenzialmente aumenteranno in seguito agli interventi di efficientamento energetico che verranno nel frattempo realizzati.

Dopo 10 anni

Il primo supermercato  è sempre nella stessa condizione: continua a pagare bollette salatissime e ha numerosi problemi di manutenzione sulle parti tecnologiche.

Il secondo supermercato invece, seguendo il Business Plan stabilito con la Energy Saving Company all’inizio dell’attività, avrà dalla fine del quinto anno rilevato la proprietà dei sistemi per l’efficientamento energetico implementati nel tempo (ovvero al termine dei 5 anni di durata del contratto con la Energy Saving Company), e avrà tenuto per sé l’intera cifra risparmiata: circa 8.200 euro all’anno dal sesto al decimo anno , al netto delle spese per gli interventi tecnologici effettuati.

Sintetizzando, in 10 anni, senza avere investito denaro proprio, il secondo supermercato avrà:

  • risparmiato circa 60.000 euro (18.000 euro nei primi 5 anni e 41.000 euro dal sesto al decimo anno)
  • implementato nuove soluzioni tecnologiche con una parte dei risparmi ottenuti
  • valorizzato la propria attività.

Nei report (e nei minireport che sto completando) disponibili su www.efficientamentoenergetico.net ci sono le informazioni strettamente necessarie per iniziare questo appassionante percorso di efficienza energetica e di guadagni. E questi report mettono insieme imprenditori ed efficienza energetica.

Puoi apprendere altri modi per risparmiare migliaia di euro con l’efficienza energetica, scaricando il mio nuovo ebook: http://www.luigiplos.it/free/5-errori-efficienza.html.

imprenditori ed efficienza energetica report

imprenditori ed efficienza energetica report

Commenta da Facebook