Ovvero dell’importanza di scegliere il miglior partner per i progetti di efficientamento energetico.

Scegliere il miglior partner possibile è fondamentale per la riuscita dei progetti di efficientamento energetico.

In uno dei report disponibili su www.efficientamentoenergetico.net fornisco le informazioni indispensabili per sceglierlo al meglio, e per raggiungere in tal modo i 3 obiettivi:

  • guadagni continuativi e ottenuti in modo etico
  • aumento di valore del proprio immobile/attività
  • contributo per uno sviluppo sostenibile rispetto dell’ambiente

Anche senza leggere i report in oggetto, ti possono intanto essere  utili fin da subito  questi 7 suggerimenti (tratti dai report in oggetto), per cominciare a valutare il valore dei tuoi fornitori presenti e di quelli che ambiscono a diventare tuoi partner nei progetti di efficientamento energetico.

  1. I tecnici mandati dal tuo fornitore per i sopralluoghi, le installazioni e le manutenzioni si limitano a ciò che viene loro detto di fare. E non sono attivi nel suggerirti nuove soluzioni.

   2. il tuo fornitore non è proattivo nell’informarti sulle nuove norme, sugli incentivi ecc.

   3. le fatture, in particolare quelle del tuo fornitore di energia, non sono chiare

   4.  il tuo fornitore non è in grado di gestire con professionalità rischi tecnici. Fra i quali:  
  •  l’aumento dei costi delle tecnologie da utilizzare
  •  le prestazioni non raggiunte in esercizio ovvero i rendimenti minori di quelli preventivati
  •  i malfunzionamenti

5.  in fase di prevendita il fornitore interessato a collaborare con te ti propone la Diagnosi Energetica a un prezzo singolarmente basso, o gratuitamente, o addirittura ti propone di stilarla via Web e senza sopralluogo. Quando invece la Diagnosi Energetica non può essere quotata a poco prezzo, se ben fatta

5a. e magari non ti propone il monitoraggio preventivo in caso di cambio da fluorescenti a LED

6.   in fase di prevendita il fornitore è impreciso nel cronoprogramma delle attività

7.   in fase di prevendita non ti propone di fare dei test su ciò che ti offre.

Insomma ci sono molti segnali che ti permettono di comprendere quanto il tuo fornitore non è al top.
Commenta da Facebook